Stenosi esofagea

Assistenza legale e medico legale per Stenosi esofagea del neonato
causata da farmaci prescritti o non interrotti in gravidanza

Gli avvocati di GRDLEX possono assistere, su tutto il territorio nazionale ed all'estero, le famiglie di bambini nati affetti da difetti congeniti, compresa la Stenosi esofagea, a causa della prescrizione o della mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza.

 Contattaci per una consulenza gratuita al 06-90281097 o a info@gredlex.com

Negli ultimi anni sono emerse molte informazioni riguardanti l'uso materno di farmaci antidepressivi durante la gravidanza e un aumento del rischio di difetti congeniti alla nascita come la stenosi esofagea. La stenosi esofagea si verifica quando il tubo che trasporta cibo, liquidi e saliva dalla bocca allo stomaco si restringe gradualmente, il che può portare a problemi di respirazione e deglutizione.

Panoramica sulla stenosi esofagea

L'esofago è un tubo muscolare che collega la gola allo stomaco. Dopo che il cibo penetra nell'esofago, i muscoli si contraggono e si rilassano in una sequenza ritmica davanti e dietro il cibo per dirigerlo verso lo stomaco. La stenosi esofagea si ha quando si verifica un restringimento insolito dell'esofago. Quando l'esofago si danneggia, il tessuto cicatriziale inizia a manifestarsi in un maniera costrittivo, fino al punto in cui l'apporto nutrizionale diventa limitato.
Le varietà di stenosi esofagee sono state classificate istologicamente come segue:

  • Gruppo I - Resti tracheobronchiali (cartilagine, mucose delle vie respiratorie, epitelio ciliato)
  • Gruppo II - Diaframma membranoso
  • Gruppo III - Stenosi fibromuscolare

Negli adulti, le cause della stenosi esofagea sono tipicamente legate alla malattia da reflusso acido e ad altri problemi digestivi. Nei bambini, tuttavia, la condizione è più spesso una forma di difetto alla nascita congenito noto come atresia esofagea. Nella maggior parte dei casi di atresia esofagea, l'esofago finisce prima di raggiungere lo stomaco.

Sintomi della stenosi esofagea

I segni ed i sintomi di stenosi esofagea sono solitamente simili a quelli della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Il bruciore di stomaco, il sintomo più comune di GERD, può anche essere presente nella stenosi esofagea. Altri sintomi della stenosi esofagea possono includere:

  • difficoltà a deglutire
  • il cibo "si blocca" nell'esofago
  • deglutizione disagevole
  • contenuto di stomaco e acido che risale dallo stomaco in bocca
  • soffocamento, tosse o mancanza di respiro
  • vomito di sangue
  • perdita di peso
  • sapore amaro o acido in bocca

Diagnosi

La diagnosi definitiva di stenosi esofagea può essere effettuata con uno dei seguenti test:

  • Tomografia assiale computerizzata (TAC): una speciale macchina a raggi X utilizza un computer per scattare foto dell'esofago del paziente e di altri organi. Mediante la TAC può anche essere misurato lo spessore della stenosi.
  • Endoscopia: questo test utilizza un'endoscopio per vedere l'interno del tubo digerente del paziente. Durante la procedura di endoscopia, i medici possono riscontrare problemi con il funzionamento del tratto digerente dell'individuo. Campioni possono essere prelevati dal tubo digerente ed inviati a un laboratorio per analisi. Piccoli tumori possono essere rimossi e il sanguinamento può essere trattato durante la procedura.
  • Ingestione di Bario: in questa procedura, il paziente berrà un liquido denso chiamato bario. Il bario aiuta l'esofago e lo stomaco ad essere visualizzati meglio ai raggi X.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, l'oggetto del trattamento per la stenosi esofagea è la dilatazione, in cui l'esofago viene allungato e allargato con una delle seguenti tecniche:

  • Bougie: i dilatatori di gomma morbida o plastica vengono spostati attraverso l'esofago per aprirlo delicatamente. Il medico procederà ad aumentare di conseguenza le dimensioni del dilatatore.
  • Filo guidato: un filo sottile viene inserito attraverso la stenografia e utilizzato per guidare sopra di esso dilatatori sempre più larghi.
  • Palloncini: possono essere posizionati attraverso la stenosi e quindi gonfiati per aprire l'area ristretta.

In alcuni casi, inibitori della pompa protonica come omeprazolo, lansoprazolo o rabeprazolo possono impedire il ritorno delle stenosi. Il trattamento chirurgico è raramente necessario. Tuttavia, può essere eseguito se una stenosi non può essere dilatata abbastanza da permettere il passaggio del cibo solido. La chirurgia viene eseguita anche se ripetute dilatazioni non impediscono il ritorno delle stenosi. Il medico del bambino deciderà quale corso di trattamento è meglio per il suo caso particolare di stenosi esofagea.

Esiste un limite di tempo per presentare un'azione legale per stenosi aortica?

Anche se incoraggiamo tutti i nostri potenziali clienti a prestare molta attenzione nella scelta del loro avvocato per danni da farmaco, è importante capire che il tempo è essenziale. Il termine di prescrizione è di dieci, cinque o tre anni dalla diagnosi del difetto congenito, a seconda di come venga inquadrata la responsabilità della controparte. Trascorso tale periodo non si ha più il diritto all'eventuale risarcimento e non è più possibile esercitare la relativa azione legale. Inoltre, non siamo in grado di fornirti consulenza legale senza prima valutare il tuo caso. Di conseguenza, è consigliabile muoversi per tempo se non si desidera incorrere nella prescrizione.

Consulenza Legale Gratuita

Se tu o un tuo caro siete i genitori di bambini nati affetti da labioschisi in seguito alla prescrizione o alla mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza, i nostri avvocati con esperienza in malasanità farmaceutica possono aiutarti a capire come ottenere giustizia ed assisterti nell'azione legale contro il sanitario e/o la struttura sanitaria o la casa farmaceutica.

Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX con una delle seguenti modalità:

 

Richiesta Informazioni

    Il tuo nome e cognome (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    La tua email

    Sintesi della vicenda e danno subito

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy e Termini di servizio di Google.

    TORNA SU
    Apri su WhatsApp