Sindrome di Dandy-Walker

Assistenza legale e medico legale per sindrome di Dandy-Walker
causata da farmaci prescritti o non interrotti in gravidanza

Gli avvocati di GRDLEX possono assistere, su tutto il territorio nazionale ed all'estero, le famiglie di bambini nati affetti da sindrome di Dandy-Walker in seguito alla prescrizione o alla mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza.

 Contattaci per una consulenza gratuita al 06-90281097 o a info@gredlex.com

La sindrome di Dandy-Walker (DWS) è un grave difetto congenito che coinvolge l'area nella parte posteriore del cervello che controlla il movimento. I sintomi di questa condizione includono lo sviluppo motorio lento, l'allargamento progressivo del cranio, il vomito, i movimenti a scatti e la mancanza di coordinazione muscolare. Mentre le cause esatte della sindrome di Dandy-Walker sono ancora in gran parte sconosciute alla comunità medica, prove crescenti e numerosi studi su casi clinici studio hanno collegato il DWS all'uso materno di alcuni farmaci da prescrizione durante la gravidanza.

Azione legale per sindrome di Dandy-Walker: se tu o qualcuno che conoscete ha dato alla luce un bambino a cui è stata diagnosticata la sindrome di Dandy-Walker dopo essere stato esposto all'effetto di farmaci nel grembo materno, potete contattare immediatamente i nostri avvocati. La consulenza è sempre gratuita. Si prega di utilizzare il modulo di contatto e-mail riservato o chiamare il numero 06-90281097

Quali farmaci sono stati collegati alla sindrome di Dandy-Walker?

Le donne incinte che soffrono di depressione e altre gravi condizioni psicologiche spesso si trovano a dover scegliere tra il minore dei due mali. Dovrebbero assumere farmaci antidepressivi e rischiare la possibilità di difetti congeniti nei loro bambini, o dovrebbero evitare i farmaci e rischiare una ricaduta (che potrebbe anche causare lesioni al feto)? I seguenti antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono stati associati a gravi difetti congeniti, come la sindrome di Dandy-Walker quando assunti dalle madri in gravidanza (specialmente durante il primo trimestre, un periodo in cui molte donne potrebbero ancora non essere consapevoli di essere incinta):

Oltre a questi antidepressivi, anche il farmaco per fertilità Clomid (clomifene) è stato anche associato alla sindrome di Dandy-Walker nei bambini nati da madri che lo hanno assunto durante la gravidanza

Panoramica sulla sindrome di Dandy-Walker (DWS)

La sindrome di Dandy-Walker (noto anche come complesso Dandy-Walker) è un grave difetto congenito che si verifica nelle prime fasi della gravidanza durante lo sviluppo del cervelletto e del 4 ° ventricolo. Il cervelletto è la regione del cervello che aiuta a coordinare il movimento, la cognizione e il comportamento. Il quarto ventricolo è lo spazio attorno al cervelletto che convoglia il fluido dall'interno verso l'esterno del cervello. La SDW è caratterizzata da:

  • sottosviluppo (piccole dimensioni e posizione anormale) della parte centrale del cervelletto, nota come il verme cerebellare;
  • ingrandimento cistico del 4 ° ventricolo;
  • ingrandimento della base del cranio (fossa posteriore);
  • idrocefalo - blocco del normale flusso del liquido spinale che porta a quantità eccessive di liquidi che si accumulano dentro e intorno al cervello.

Inoltre, la SDW è comunemente associata a difetti congeniti del sistema nervoso centrale (SNC), compresa l'assenza dell'area costituita da fibre nervose che collegano i due emisferi (corpo calloso), nonché a malformazioni di cuore, viso, arti, dita della mano e dei piedi.

Segni e sintomi

A seconda della gravità della condizione, la sindrome di Dandy-Walker può apparire drammaticamente o svilupparsi totalmente inosservata. Segni e sintomi che possono verificarsi nella prima infanzia possono includere:

  • sviluppo motorio lento
  • ingrandimento progressivo del cranio
  • aumento della pressione intracranica
  • Irritabilità
  • Vomito
  • instabilità
  • mancanza di coordinazione muscolare
  • movimenti a scatti degli occhi
  • maggiore circonferenza della testa
  • sporgenza nella parte posteriore del cranio
  • problemi con i nervi che controllano gli occhi, viso e collo
  • modelli respiratori anormali

Classificazione della sindrome di Dandy-Walker

Il termine "Dandy Walker" in realtà si riferisce a tre anomalie separate e distinte del cervello che coesistono tra loro. Esse sono distinte in tre forme strettamente associate:

Malformazione della SDW - La presentazione più grave della sindrome, la malformazione del SDW è caratterizzata da una fossa posteriore allargata e un tenore in posizione alta. E' presente una parziale o completa agenesia del verme cerebellare ed una dilatazione cistica del quarto ventricolo, che riempie la fossa posteriore.

Mega cisterna magna da SDW - La fossa posteriore e la cisterna sono ingrandite, e vi è un grande accumulo di liquido cerebrospinale nella cisterna magna nella fossa posteriore. Il verme cerebellare e il quarto ventricolo sono normali.

Variante della SDW - è manifestazione meno grave di Dandy Walker e rappresenta l'insieme più ampio di sintomi della SDW. Il quarto ventricolo è solo leggermente ingrandito, e vi è un leggero allargamento della fossa posteriore. Il verme cerebellare è ipoplastico e ha uno spazio cistico di dimensioni variabili. I pazienti che non rientrano nelle altre due categorie sono spesso inquadrati come varianti.

Trattamento e prognosi

Il trattamento per i bambini nati con SDW è generalmente sintomatico, consistente nel trattare i problemi associati che accompagnano la condizione. Se necessario, potrebbe essere inserito uno shunt per scaricare l'eccesso di liquido all'interno del cervello. Uno shunt può aiutare a ridurre la pressione intracranica e aiutare a controllare il gonfiore. I genitori di bambini con SDW possono eseguire una consulenza genetica se progettano una nuova gravidanza.
Gli effetti della SDW sullo sviluppo cognitivo variano notevolmente da caso a caso, con alcuni bambini con cognizione normale e altri che non raggiungono mai traguardi intellettuali normali. La longevità è direttamente proporzionale alla gravità della condizione e ai difetti congeniti associati. La presenza di più anomalie gravi può ridurre significativamente l'aspettativa di vita del paziente.

C'è un limite di tempo per presentare una richiesta di risarcimento per Sindrome di Dandy-Walker?

Anche se incoraggiamo tutti i nostri potenziali clienti a prestare molta attenzione nella scelta del loro avvocato per danni da farmaco, è importante capire che il tempo è essenziale. Il termine di prescrizione decorre dalla diagnosi del difetto congenito ed è di tre o cinque o dieci anni a seconda che si tratti, rispettivamente, di responsabilità da prodotto difettoso o da attività pericolosa o da contratto. Trascorso tale periodo non si ha più il diritto all'eventuale risarcimento e non è più possibile esercitare la relativa azione legale. Inoltre, non siamo in grado di fornirti consulenza legale senza prima valutare il tuo caso. Di conseguenza, è consigliabile muoversi per tempo se non si desidera incorrere nella prescrizione.

Consulenza Legale Gratuita

Se tu o un tuo caro siete i genitori di bambini nati affetti da sindrome di Dandy-Walker in seguito alla prescrizione o alla mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza, i nostri avvocati con esperienza in malasanità farmaceutica possono aiutarti a capire come ottenere giustizia ed assisterti nell'azione legale contro il sanitario e/o la struttura sanitaria o la casa farmaceutica.

 Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX con una delle seguenti modalità:

 

TOP
Consulenza Gratuita Ora