Malformazioni della mano

Assistenza legale e medico legale per malformazioni della mano del neonato
causate o aggravate da malasanità

Gli avvocati di GRDLEX possono assistere, su tutto il territorio nazionale ed all'estero, le famiglie di bambini nati affetti da difetti congeniti, comprese le malformazioni della mano, causati dalla prescrizione / mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza o aggravati da errori di diagnosi o di trattamento.

Per capire se la tua famiglia può ottenere un risarcimento contattaci per una consulenza gratuita al 06-90281097 o a info@gredlex.com

Quali farmaci sono stati associati a malformazioni della mano?

L'uso durante la gravidanza di alcuni farmaci da prescrizione è stato collegato a malformazioni congenite della mano. Deformazioni quali sindattilia, polidattilia e brachidattilia sono state segnalate in modo crescente nei bambini nati da madri che assumevano antidepressivi o farmaci per l'epilessia durante la gravidanza.

Un certo numero di noti prodotti farmaceutici è stato associato all'aumento del rischio di difetti alla nascita come malformazioni della mano. La maggior parte di questi farmaci non sono testati su donne in gravidanza a causa dei potenziali rischi per il neonato, ma nonostante ciò vengono talvolta erroneamente prescritti a madri in attesa. I seguenti farmaci sono stati collegati a malformazioni congenite della mano:

  • Paxil (paroxetina)
  • Zoloft (sertralina)
  • Citalopram
  • Prozac (fluoxetina)
  • Escitalopram
  • Bupropione
  • Efexor (venlafaxina)
  • Depakin (valproato di sodio / Acido valproico)

Malasanità e malformazioni della mano

Determinare con certezza perché si sia verificato un difetto congenito alla nascita è spesso difficile. Tuttavia, l'esposizione a determinati farmaci e determinati comportamenti possono essere collegati allo sviluppo e/o all'aggravamento di malformazioni degli arti superiori. Sebbene alcuni di questi comportamenti, come il tabagismo, non siano collegati ad un trattamento medico, altri potrebbero invece esserlo. Ad esempio, l'esposizione a determinati farmaci durante la gravidanza come gli anzidetti Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ed il farmaco Clomid sono stati collegati in studi a difetti degli arti congeniti.

La donna in dolce attesa ha diritto a ricevere dalla casa farmaceutica e dal medico/ospedale presso cui è in cura tutte le informazioni necessarie a consentirle di prendere decisioni motivate su quali farmaci assumere e quali no. I paziente deve cioè ricevere il cosiddetto "consenso informato". Quando il medico, l'ospedale, l'infermiere o l'azienda farmaceutica non forniscono sufficienti informazioni affinché la gestante sia pienamente informata, è possibile che si sia verificata un'ipotesi di malasanità.

In altre circostanze, una causa per responsabilità da attività pericolosa può essere intentata contro l'azienda farmaceutica che non abbia fornito esaustive informazioni circa i rischi specifici associati al farmaco dalla letteratura scientifica o dagli studi clinici della stessa casa farmaceutica. Altre volte, l'azione legale può essere intentata contro una struttura sanitaria che abbia esposto il paziente a determinati virus o sostanze chimiche che hanno provocato lesioni al feto.

Questi sono solo alcuni dei possibili eventi che possono portare a una richiesta di risarcimento per colpa medica o farmaceutica. Tale richiesta viene effettuata per far ottenere giustizia alla famiglia del bambino affetto dalla malformazione, facendogli ottenere il risarcimento per il danno alla salute patito dal bambino, per le spese di assistenza ed il trattamento medico del bambino, per la sua perdita di capacità di lavoro e per i danni morali ed esistenziali subiti da tutta la famiglia. Al contempo l'azione legale servirà a far capire alla struttura sanitaria medico che non è accettabile un'assistenza medica scadente.

Sviluppo normale delle mani

Nel feto in via di sviluppo, le gemme degli arti diventano visibili a circa sette settimane di gestazione. Ad otto settimane, le gemme distali degli arti si appiattiscono diventando le piante di mani e piedi, sebbene lo sviluppo degli arti inferiori sia di circa due giorni in dietro rispetto a quello degli arti superiori. Qualche volta durante la nona settimana, l'arto ruota di 90 gradi in modo che la superficie posteriore del pollice si trova a giacere lateralmente e la superficie anteriore dell'alluce medialmente. I centri di ossificazione primari delle ossa lunghe sono presenti entro la 12a settimana e la formazione ossea aggiuntiva avviene gradualmente dalla diafisi dell'osso verso l'esterno verso la fine di ciascun osso lungo. Tuttavia, se farmaci antidepressivi vengono assunti dalla gestante - in particolare nel primo trimestre - essi possono interrompere il normale processo di crescita fetale e causare malformazioni della mano nel feto prima ancora che la gestante stessa che sia consapevole di essere incinta.

Panoramica sulle malformazioni della mano

Le malformazioni congenite della mano mostrano una vasta gamma di manifestazioni e possono verificarsi da sole o come parte di una sindrome. I difetti sono relativamente rari, ma a causa della loro frequenza e gravità complessive, sono di particolare rilevanza clinica. Negli ultimi anni, un numero crescente di ricerche e numerosi studi su casi clinici hanno determinato un'associazione statisticamente significativa tra malformazioni congenite della mano e l'uso materno di farmaci inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) durante la gravidanza. I tipi comuni di malformazioni della mano includono:

  • mancata formazione
  • sottosviluppo
  • crescita eccessiva
  • duplicazione
  • sindrome da costrizione
  • sindattilia (dita palmate)
  • polidattilia (dita in più)
  • brachidattilia (pollice corto)
  • macrodattilia (dita eccessivamente grandi)
  • dita a scatto
  • dita storte
  • pollice assente
  • dita corte
  • dita mancanti

Di tutti questi difetti, la sindattilia è la forma più comune di formazione delle mani, che si verifica approssimativamente tra 1 su 2000 e 3000 nati vivi. La condizione è caratterizzata dalla fusione di due dita, la cui gravità può variare dalla fusione del solo tessuto cutaneo alla fusione di ossa e tessuti. La sindattilia può essere classificata come 'semplice' quando coinvolge solo i tessuti molli e 'complessa' quando coinvolge l'osso o l'unghia delle dita adiacenti. È una caratteristica condivisa di oltre 28 sindromi, tra cui la la sindrome di Poland, di Apert e Holt-Oram. La sindattilia si presenta tipicamente durante la sesta e la ottava settimana di sviluppo embrionale.

Trattare le malformazioni della mano

La chirurgia plastica può correggere molte di queste deformità in modo relativamente facile. Tuttavia, nei casi più gravi la chirurgia plastica può fornire solo un piccolo recupero della capacità funzionale. Un esempio di ripristino funzionale è il trasferimento tissutale microvascolare "toe-to-hand", che è progettato per correggere le dita ipoplasiche o aplastiche. In questo caso, l'accento è posto sul ripristino della funzione piuttosto che sull'aspetto estetico.
A seconda del tipo e della gravità del difetto, può essere necessario un numero qualsiasi di procedure chirurgiche per riparare completamente la condizione. Oltre alla chirurgia plastica, altri metodi di trattamento utilizzati includono innesti cutanei, riparazioni del tendine e dei nervi e procedure di lembo cutaneo. Se le malformazioni della mano non vengono trattate in modo tempestivo, il bambino potrò avere difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane come afferrare oggetti e maneggiare i giocattoli.

Prognosi delle malformazioni della mano

Il risultato della riparazione chirurgica della malformazione della mano è in genere molto buono. La maggior parte dei pazienti è abbastanza soddisfatta dei risultati e può riacquistare quasi tutti i movimenti e le funzioni della mano. Come la maggior parte delle procedure estetiche e ricostruttive, gli interventi chirurgici per riparare le deformità delle mani hanno un buon tasso di successo se eseguiti da chirurghi esperti e qualificati. L'obiettivo della chirurgia non è solo migliorare la funzione delle mani, ma anche migliorarne l'aspetto.

C'è un limite di tempo nel presentare una causa per malformazioni della mano?

Anche se incoraggiamo tutti i nostri potenziali clienti a prestare molta attenzione nella scelta del loro avvocato per danni da farmaco, è importante capire che il tempo è essenziale. Il termine di prescrizione decorre dalla diagnosi della malformazione ed è di tre, cinque o dieci anni a seconda di come si inquadri la responsabilità della controparte. Trascorso tale periodo non si ha più il diritto all'eventuale risarcimento e non è più possibile esercitare la relativa azione legale. Inoltre, non siamo in grado di fornirti consulenza legale senza prima valutare il tuo caso. Di conseguenza, è consigliabile muoversi per tempo se non si desidera incorrere nella prescrizione.

Consulenza Legale Gratuita

Se tu o un tuo caro siete i genitori di bambini affetti da malformazioni degli arti in seguito alla prescrizione o alla mancata interruzione di farmaci teratogeni durante la gravidanza o in seguito ad errori di diagnosi e/o di trattamento, i nostri avvocati con esperienza in malasanità possono aiutarti a capire come ottenere giustizia ed assisterti nell'azione legale contro il sanitario e/o la struttura sanitaria o la casa farmaceutica.

 Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX con una delle seguenti modalità:

 

TOP
Consulenza Gratuita Ora