Errori nella diagnosi in caso di addome acuto

Assistenza legale per risarcimento

Se hai ricevuto una diagnosi sbagliata in caso di addome acuto e, di conseguenza, hai subito gravi danni, potresti aver diritto ad un risarcimento per le lesioni subite. Contatta i nostri avvocati con esperienza in casi di errori diagnostici per ottenere un inquadramento del caso.

"Addome acuto" o "addome chirurgico" è il termine medico utilizzato per indicare il dolore addominale acuto. L'addome acuto è una delle condizioni mediche in cui l'errore diagnostico è maggiormente diffuso, spesso con risultati disastrosi. Anche se  ricondurre il dolore addominale acuto ad una particolare condizione può essere difficile, la diagnosi tempestiva e accurata è fondamentale. La diagnosi errata o ritardata può determinare, nei casi di addome acuto, lesioni permanenti o, anche, mortali.

Le difficoltà diagnostiche in tema di addome acuto risiedono nel fatto che nella cavità addominale sono presenti un certo numero di organi (reni, milza, fegato, stomaco, intestino, cistifellea, pancreas, appendice, ecc), che il dolore non è sempre completamente localizzato e che un un'ampia varietà di condizioni si presentano con dolore addominale acuto.

Non tutte le situazioni di dolore addominale acuto richiedono l'intervento chirurgico. Al fine di stabilire se la chirurgia d'urgenza sia opportuna e necessario determinare rapidamente la causa del dolore. Alcune delle condizioni che, sia nell'uomo che nella donna, determinano addome acuto sono:

  • Aneurisma aortico addominale
  • Malattia di Addison
  • Appendice
  • Atriale fibrillazione (tachicardia)
  • Lesione del dotto biliare
  • Rottura o blocco della vescica e dell'uretere
  • Blocco intestinale
  • Cancro
  • Chetoacidosi diabetica
  • Diverticolite
  • Intossicazione alimentare
  • Cistifellea
  • Gastroenterite
  • Ernia
  • Ipercalcemia
  • Ipertiroidismo
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Ischemica intestinale
  • Calcoli renali (nefrolitiasi)
  • Avvelenamento da piombo
  • Rottura, trauma, o torsione del fegato
  • Ischemia mesenterica (mancanza di sangue agli intestini)
  • Infarto del miocardio/ Attacco cardiaco
  • Pancreatite
  • Ulcera perforata
  • Peritonite
  • Polmonite
  • Avvelenamento
  • Porfiria
  • Prostata ascesso e la prostatite
  • Rottura della milza

  

CAUSE DI ADDOME ACUTO NELLE DONNE

  • Gravidanza ectopica
  • Endometriosi
  • Dispositivi intrauterini: perforazione o migrazione
  • Cisti ovarica
  • Malattia infiammatoria pelvica 
  • Ascessi tubo-ovarici
  • Torsione uterina, prolasso, displasia, neoplasia

CAUSE DI ADDOME ACUTO NEGLI ADOLESCENTI

  • Appendicite acuta
  • Colecistite
  • Gravidanza
  • Rottura di cisti ovarica 

CAUSE DI ADDOME ACUTO NEGLI ANZIANI

  • Appendicite (aumenta il rischio di cancrena e di rottura)
  • Colica biliare o colecistite
  • Cancro
  • Diverticolite
  • Ernia incarcerata
  • Ostruzione intestinale
  • Viscere perforate
  • Colica renale o nefrolitiasi

 

CAUSE DI ADDOME ACUTO NEI NEONATI E NEI BAMBINI

In pazienti neonati o bambini la diagnosi di addome acuto presenta particolari difficoltà. Tali pazienti, spesso, non sono in grado di indicare la localizzazione esatta del dolore o di descrivere i propri sintomi e / o di fornire informazioni relative al momento dell'insorgenza. Allo stesso tempo, il dolore addominale è una delle condizioni maggiormente osservati nelle visite pediatriche di emergenza. E' dovere dei medici, quando si presenta un caso di addome acuto, osservare attentamente i protocolli di cura al fine di stabilire se sia necessario procedere con la chirurgia di emergenza. Fattori critici, come la presenza di dolore costante, coliche, nausea, vomito, perdite intestinali o urinarie, emorragie, febbre, rigidità, rumori intestinali, pallore e ittero nonché il sito e la radiazione del dolore, possono contribuire a facilitare la diagnosi. Per i neonati e i bambini le cause di addome chirurgico possono includere:

  • Appendicite
  • Vescica o infezione delle vie urinarie,
  • Colecistite
  • Anomalie congenite
  • Membrane esofagee
  • Ipoadrenocorticismo (morbo di Addison),
  • Ano imperforato
  • Ernia inguinale incarcerata
  • Interocolite
  • Ostruzione intestinale da atresia
  • Volvolo intestinale
  • Infestazione di vermi nell'intestino
  • Avvelenamento da piombo
  • Diverticolo di Meckel
  • Peritonite da meconio
  • NEC In neonati pre-termine
  • Pancreatite
  • Avvelenamento
  • Peritonite primaria
  • Ostruzione dell'intestino tenue
  • Stenosi (pressione sui nervi del midollo spinale)
  • Torsione di testicolo 

 

EFFETTUARE UNA DIAGNOSI CORRETTA E' POSSIBILE

Le molte condizioni che si presentano con dolore addominale acuto come sintomo primario rende facile comprendere le difficoltà incontrate dai medici e dai Sanitari di pronto soccorso nell'individuare l'esatta causa del dolore e nello stabilire se l'intervento chirurgico immediato sia necessario.

Tuttavia, il numero delle informazioni disponibili circa segni, sintomi, diagnosi differenziale e l'esistenza di precisi protocolli cura in tema di addome acuto determinano la ragionevole aspettativa che i medici siano in grado di diagnosticare la condizione correttamente.

 

RISORSE INFORMATIVE IN TEMA DI ADDOME ACUTO

Il volume e la minuziosità delle informazioni in tema di addome acuto è notevole . Le guide per la diagnosi differenziale indicano, tra l'altro, differenziali quali i tempi di insorgenza del dolore, la durata del dolore, se il vomito è presente e se è apparso prima, dopo o in concomitanza con la comparsa di dolore, in quale quadrante il dolore sembra localizzato, la risposta dell'addome alla palpazione (pressione o tocco), i probabili segni per classe di età, in quale posizione il paziente è sdraiato, la localizzazione o irradiazione del dolore, il verificarsi di un trauma recente, ecc. Esistono volumi di libri dedicati solo alla diagnosi tempestiva di addome acuto, come “Diagnosi precoce dell'addome acuto” di Zachary Cope, che continua ad essere la principale guida per diagnosticare e decidere come gestire il dolore addominale acuto. Basta solo fare una ricerca internet per capire quale sia la mole di informazioni disponibile in ordine alla diagnosi dell'addome acuto. Se una tale mole di informazioni è disponibile per i non addetti ai lavori, si pensi a quale possa essere il volume di risorse disponibili per il personale medico (che ha accesso a banche dati, linee guida e riviste scientifiche non direttamente consultabili sul web). In un contesto talmente ricco di informazioni, l'errore medico è difficilmente giustificabile.

 

ESAMI DIAGNOSTICI

Oltre che di una mole vastissima di informazioni, i medici, grazie ai progressi della tecnologia moderna, hanno a disposizione una serie incredibile di sofisticati test diagnostici per tutti i tipi di condizioni acute addominali tra cui: ecografia addominale e / o pelvica, TAC addominale, CBC (emocromo completo); analisi delle urine, analisi delle feci, radiografia del torace, elettrocardiogramma, test di funzionalità epatica del siero fosfato, analisi del gas del sangue arterioso, radiografia del decubito laterale sinistro, radiografia con sondino naso-gastrico addominale; amilasi / lipasi serica; esame delle feci.

 

CONSULTAZIONE CON IL CHIRURGO

Se dopo un esame fisico completo guidato da protocolli di diagnosi differenziale, previa acquisizione di una storia completa del paziente, e l'esecuzione degli esami diagnostici del caso, i risultati non sono ancora definitivi, c'è sempre la possibilità di chiamare a consulto chirurgico - chiamare un esperto.

 

QUALE STANDARD DI CURA DEVE ESSERE ADOTTATO DAI MEDICI?

In un articolo intitolato “Dolore addominale acuto: cosa non dimenticare” di MICHAEL Bohrn, direttore associato del programma e professore assistente clinico dello York Hospital / Pennsylvania State University e BETTINA Siewert, assistente professore del Dipartimento di Radiologia del Beth Israel Deaconess Medical Center, Harvard Medical School, gli autori pongono la seguente domanda: "Come individuare i segni di gravissime condizioni addominali come la gravidanza ectopica, infarto del miocardio, aneurisma dell'aorta addominale e intestino ischemico? " e rispondono affermando che "La diagnosi del dolore addominale acuto è irta di difficoltà e i pazienti raramente presentano con storie cliniche tipiche e le donne in gravidanza, gli anziani, e i bambini hanno una diagnosi differenziale complessa. I disturbi addominali possono essere di vario tipo e una mancata diagnosi può avere conseguenze mortali. Per superare queste sfide diagnostiche, i medici devono effettuare un'attenta anamnesi, una valutazione approfondita dei sintomi, un esame fisico completo ed effettuare giudiziosamente esami di laboratorio e radiologi".

 

CONSEGUENZE DELL'ERRATA DIAGNOSI IN CASO DI ADDOME ACUTO

La conseguenza più grave dell'errore di diagnosi in caso di addome acuto è la morte. Ulteriori conseguenze possono essere infezioni, emorragie, perforazione, sepsi, gangrena e altre condizioni gravi e potenzialmente mortali.

 

L'ADDOME ACUTO E LA NEGLIGENZA MEDICA

La domanda che sorge spontanea di fronte all'elevatissimo numero di errori di diagnosi riguardanti i casi di addome acuto è la seguente: se la professione medica dispone di ogni risorsa possibile, sia in termini di informazioni che di test diagnostici utilizzabili, al fine di differenziare le cause di addome acuto, non è forse ragionevole aspettarsi che i professionisti medici - in particolare quelli di pronto soccorso – abbiano una buona familiarità con la diagnosi differenziale di addome acuto e la dovuta competenza per effettuare una diagnosi corretta della condizione sottostante al dolore addominale?

La risposta a tale domanda è affermativa. Allora perché l'addome acuto continua ad essere una delle condizioni più mal diagnosticati nelle emergenze mediche? Non spetta forse al medico e, soprattutto, al personale di pronto tenersi continuamente aggiornati su una condizione così pericolosa? Il non farlo è una forma di negligenza medica?

 

I presupposti del diritto al risarcimento

Se una diagnosi errata provoca un aggravamento della condizione di salute del paziente, quest'ultimo potrebbe avere diritto ad un risarcimento del danno. Il risarcimento può essere ottenuto solo se si verifichino i seguenti presupposti:

  • Il paziente abbia subito un danno alla salute
  • Vi sia un nesso causale tra tale danno e la condotta medica
  • Il medico o la struttura sanitaria non possano provare di aver correttamente adempiuto l'obbligazione sanitaria

Pensi che il danno subito da te o da un tuo parente sia stato causato da colpa medica?

Gli avvocati dello Studio legale GRDLEX, sono specializzati in lesioni causate da negligenza, imprudenza o imperizia del medico e quindi anche in casi danni da mancata diagnosi. Contatta il nostro studio per ottenere un inquadramento medico legale del tuo caso.

Il risarcimento può essere ottenuto sono se vi siano i presupposti sopra descritti. Un attenta analisi del caso da parte di medici legali esperti è, perciò, fondamentale.

Lo studio legale GRDLEX è sito in Roma e segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale.

TOP
Consulenza Gratuita Ora