Incidente subacqueo - Risarcimento del danno

Assistenza legale e medico legale per danni da incidenti durante immersioni subacquee

I danni da incidente subacqeo

Le immersioni subacquee, sia nell'area professionistica (sommozzatori soccorritori, commerciali e tecnici), che in quella ricreativa, possono provocare lesioni catastrofiche o addirittura la morte. Le vittime e le loro famiglie possono ritrovarsi a dover fronteggiare importanti spese mediche e costi di trattamento, dolore e sofferenza, assenza dal lavoro, e diminuzione del reddito familiare se la vittima è deceduta o ha perso la sua capacità lavorativa. In caso di decesso, le spese possono anche includere le

spese per il funerale e la perdita di rapporto parentale dei prossimi congiunti.

In seguito a un incidente subacqueo, tu e la tua famiglia potreste aver diritto a un risarcimento sia del danno biologico che del danno patrimoniale. Ciò dipenderà dal fatto se l’istruttore o la guida o la società di diving o il produttore o natanti o altri soggetti possano essere ritenuti responsabili.

A chi si deve chiedere il risarcimento?

I soggetti a cui è possibile chiedere i risarcimento per l'incidente durante l'attività di immersione variano a seconda delle particolari circostanze dell'incidente e dalle sue cause.

Difetti dell'attrezzatura
Nel caso in cui l'attrezzatura sia fornita dalla compagnia di diving, quest'ultima sarà responsabile del danno da questa causato al subacqueo. In tale caso potrà essere tenuto al risarcimento anche il soggetto che avrebbe dovuto collaudare, riparare o controllare l'attrezzatura prima dell'immersione. Ovviamente la società di immersioni non è responsabile per per i danni derivanti esclusivamente dalla condotta colposa del subacqueo (ad esempio, il subaqueo si toglie la maschera durante l'immersione).
Nel caso in cui l'attrezzatura difettosa sia di proprietà del subacqueo che abbia subito il danno, quest'ultimo stesso potrà chiedere di essere risarcito al produttore o, quando il produttore non sia identificato, al fornitore.

Responsabilità dell'istruttore
1) Responsabilità da contratto
In caso di incidente subacqueo l’istruttore potrà essere chiamato a risarcire il danno nei confronti dell'allievo o di coloro che abbiano stipulato con lui un contratto. In tale caso il danneggiato dovrà limitarsi a fornire la prova del contratto e del nesso causale tra il danno e la condotta dell'istruttore. L'istruttore potrà quindi andare esente da responsabilità solo provando che la sua prestazione sia stata correttamente adempiuta e che il danno sia quindi dipeso da caso fortuito o forza maggiore.

2) Responsabilità extracontrattuale
Il danneggiato può chiedere di essere dall'istruttore quando quest'ultimo od un suo allievo  gli abbiano procurato un danno al di fuori di un rapporto contrattuale. In tal caso il subacqueo danneggiato dovrà provare la condotta colposa o dolosa del danneggiante ed il nesso causale tra questa ed il danno patito.

Responsabilità della guida

Quando l'attività della guida prevista dal contratto consiste nell’assistenza e nell’istruzione all’immersione, la guida stessa sarà chiamata a rispondere di un danno per responsabilità contrattuale, a causa dell’omissione di controllo, a meno che dia prova che il danno si è verificato per caso fortuito o per forza maggiore.

Condizioni dell'acqua non sicure
A meno che non si sia un subacqueo esperto, è improbabile si sappia quando le condizioni dell'acqua non consentono di immergersi. Normalmente sono compagnia di diving, la guida o l'istruttore subacqueo che dovrebbero indicarlo. Se tali soggetti hanno valutato male le condizioni dell'acqua e tu, di conseguenza, hai subito un danno, puoi aver diritto ad un risarcimento del danno.

Lesioni subacque causate da terzi
1) Investimento del subacqueo da parte di un'imbarcazione
Il conducente di un'imbarcazione come un motoscafo, moto d'acqua, sci d'acqua ecc. potrebbe attraversare incurantemente l'area in cui il subacqueo si sta immergendo ed investirlo. Ciò può causare al subacqueo lesioni gravi o addirittura la morte. In tale caso la domanda di risarcimento verrà rivolta al proprietario dell'imbarcazione. Quest'ultimo chiamerà in garanzia la compagnia assicuratrice del natante che, dopo l'acquisizione del verbale della Capitaneria di Porto, della documentazione medica del danneggiato e della relazione medico legale, provvederà, se del caso, a liquidare il danno.

2) Responsabilità del compagno di immersione
Le immersioni di solito si verificano in gruppi a meno che non sia stato stipulato un contratto per una sessione di immersione privata. Una persona appartenente al gruppo di immersione può agire in modo negligente e causare lesioni agli altri sub. Ad esempio, un compagno di immersione che nuota troppo vicino a te e ti prende a calci, facendo sì che la maschera e il boccaglio si staccino o facendoti perdere i sensi, può essere ritenuto responsabile delle lesioni che subisci.

Assistenza legale

Se tu od un tuo caro avete subito gravi danni durante un'immersione subacquea, i professionisti legali e medico-legali di GRDLEX potranno assisterti nella procedura volta ad ottenere il risarcimento del danno dalla società di diving, dall'istruttore, dal produttore dell'attrezzatura, da  compagni di immersione o dai i proprietari di veicoli natanti.

Contatta lo studio legale GRDLEX al 06-90281097 o via modulo online per una consulenza gratuita.

TOP
Consulenza Gratuita Ora