Avvocato per incidente su nave da crociera

Tu o un tuo caro avete subito danni o vi siete ammalati durante una crociera? Pensi di aver diritto ad un risarcimento?

Incidenti o malattie su navi da crocera

Durante i trasporti su navi da crociera, inevitabilmente e purtroppo, accadono incidenti che spesso causano lesioni personali e talvolta perdita di vite umane. Lo Studio GRDLex assiste le vittime di incidenti o malattie verificatisi a bordo di navi da crocera in Italia o all’estero.

Assistenza legale per risarcimento danni

I porti italiani sono destinazioni regolari o punti di sosta intermedi di navi da crociera che trasportano migliaia di passeggeri internazionali all'anno nel corso di vacanze di lusso nel Mediterraneo.
Gli yacht navigano in acque italiane trasportando passeggeri lungo le coste che ospitano, come in Sardegna, tra le spiagge più belle del mediterraneo.

Durante tali trasporti marittimi, inevitabilmente e purtroppo, accadono incidenti che spesso causano lesioni personali e talvolta perdita di vite umane.

Lo Studio Legale GRDLEX ha le conoscenze e l'esperienza necessari per trattare casi di lesioni personali e di decessi di passeggeri italiani e stranieri, indipendentemente dal fatto che siano applicabili il Regolamento (CE) 392/2009 sulla responsabilità dei vettori marittimi di passeggeri in caso di di incidenti o la Convenzione di Atene relativa al regime di trasporto di passeggeri e bagagli da parte via mare (PAL) 1974 (doc. 1, doc. 2) o il codice della navigazione italiano.

Incidenti, malattie e responsabilità

Gli incidenti a cui consegua l’affondamento della nave da crociera possono dar luogo a veri e propri disastri con un numero di vittime anche più elevato degli incidenti aerei.
Durante la crociera è, inoltre, possibile incorrere in un infortunio inciampando su un oggetto presente sulla tuga oppure ammalarsi a causa di

un’epidemia o a causa di un'infezione dopo aver mangiato del cibo affetto da Norovirus. Le compagnie che organizzano la crociera hanno la responsabilità di salvaguardare i passeggeri a bordo della nave, mentre sono in viaggio. Nel caso in cui ciò non accadesse le conseguenze potrebbero essere persino fatali.

Gli incidenti sulle navi da crociera

Le compagnie che organizzano la crociera hanno la responsabilità di salvaguardare i passeggeri a bordo della nave, mentre sono in viaggio.
Nel caso in cui ciò non accadesse le conseguenze potrebbero essere persino fatali.
Le navi da crociera sono equipaggiate con tutto il necessario per organizzare una vacanza rispondente a tutti i gusti, con piscine, muri per l’arrampicata, piste da bowling e ogni altro tipo di attività sportiva.
Ogni operatore sulla nave deve assicurarsi che i partecipanti alla vacanza svolgano ogni attività a bordo nella massima sicurezza e senza incorrere nel rischio di un infortunio, dopotutto si sceglie di trascorrere le vacanze in crociera per rilassarsi. Sfortunatamente, però, gli incidenti accadono piuttosto frequentemente. Tra le cause più comuni vi sono gli scivolamenti a bordo piscina e le cadute su pista da bowling. Nel caso in cui tali incidenti dovessero verificarsi, potrebbe essere necessario assentarsi da lavoro ed andare in contro anche ad una perdita di guadagno, oltre che al disagio dovuto dalla condizione determinata dall’infortunio. L’infortunio può essere talmente grave da richiedere un’assistenza medica 24 ore al giorno, costringendovi ad affrontare spese mediche impreviste.

DISASTRI AVVENUTI SU NAVI DA CROCIERA
14 Gennaio 2012. 32 persone hanno perso la vita dopo che la lussuosa nave Costa Concordia ha colpito le coste di un’isola italiana. Dopo lo schianto, il capitano ha aspettato più di un’ora, prima di dare l’ordine a più di 4000 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio abbandonare la nave.
10 Novembre 2011. 4500 passeggeri a bordo della nave da crociera “Carnival Splendor” sono rimaste bloccate sulle coste del Messico, dopo che un incendio divampato aveva messo fuori uso l’imbarcazione. Gli sfortunati viaggiatori sono rimasti confinati nelle bollenti camere della nave per giorni, nutriti dal cibo fornito loro dalla marina statunitense. Bagni, docce, elettricità ed ogni altro tipo di servizi pubblici sono rimasti inagibili per tutto il tempo. La nave è stata poi trainata fino a San Diego.
18 Luglio 2006. 240 persone sono rimaste ferite quando la nave da crociera “Crown Princess” si è inclinata su un lato di circa 15 gradi. 94 persone sono state trasportate in ospedale con abrasioni e diverse fratture. La compagnia navale ha accusato i dipendenti a bordo dell’imbarcazione dell’ accaduto.

Le infezioni su navi da crociera

Contrarre una malattia all’interno di uno spazio limitato dove sono presenti molte altre persone può essere una terribile esperienza.

Sfortunatamente, i virus sono presenti anche durante le crociere e spesso si espandono sotto forma di vere epidemie, e il norovirus ne è un esempio.

COS'È IL NOVORIUS?
Il “Norovirus” è un virus altamente contagioso, che costituisce uno dei rischi principali per i viaggiatori, durante una crociera. Diffondendosi per via aerea e per contatto, il virus causa forti dolori di stomaco, vomito, diarrea e dolore addominale, per un periodo di tempo che varia dalle 12 alle 72 ore. Tutti i passeggeri indistintamente possono contrarre il norovirus e, secondo le stime, l’epidemia colpisce annualmente tra le 19 e le 21 milioni di persone, causando tra le 570 e le 800 morti ogni anno. Il problema sta nel fatto che il virus in questione è altamente contagioso e si diffonde attraverso il contatto fisico. L’avvelenamento da cibo dovuto a questo virus può essere contratto toccando una superficie infetta, come ad esempio la maniglia di una porta oppure mangiando dei cibi contaminati. Una volta sviluppata la malattia, trasmetterla agli altri è davvero molto semplice.
Queste situazioni spiacevoli si verificano nel caso in cui le norme di igiene non vengano rispettate nella maniera adeguata.

CASI DI INFEZIONE DA NOROVIRUS SU NAVI DA CROCIERA
14 Aprile 2015. Oltre 200 persone, che hanno preso parte ad una crociera a San Diego, California, sono state colpite dal Norovirus, un virus altamente contagioso che causa diarrea e vomito.
17 Novembre 2014. Un’epidemia di Norovirus ha colpito 172 passeggeri e membri dell’equipaggio a bordo della nave da crociera Crown Princess, in partenza da Los Angeles e diretta alle Hawaii e Tahiti. È il secondo caso di epidemia, dopo quello dello scorso aprile, con cui questa compagnia di navigazione deve fare i conti quest’anno.
11 Aprile 2014. Si sospetta che un’epidemia di Norvirus a bordo della nave da crociera Crown Princess abbia contagiato 104 passeggeri e 24 membri dell’equipaggio. I passeggeri sono stati messi in quarantena nelle proprie stanze, per prevenire il diffondersi della malattia.
Sono cinque le maggiori epidemie che si sono diffuse sulle navi da crociera quest’anno, colpendo circa 1000 persone. Altri episodi di questo tipo di sono verificati su: Holland America MS Veendam (124 persone contagiate), Royal Caribbean Explorer of the Seas (634 persone contagiate), Caribbean Princess (181 persone contagiare) e una nave da crociera norvegese (130 Persone contagiate).

Gli effetti degli incidenti marittimi sui sopravvissuti

Un incidente marittimo può avere conseguenze molto gravi sulla vita delle vittime e delle loro famiglie, dal punto di vista psico-fisico ed economico.

Un incidente marittimo può avere conseguenze molto gravi sulla vita delle vittime e delle loro famiglie, sia dal punto di vista psico-fisico che da quello economico.
Spesso coloro che sopravvivono sviluppano disordini da stress post traumatico o riportano degli infortuni di grave entità i cui effetti possono protrarsi nel tempo.
Al dolore fisico e allo stress psicologico si aggiungono le preoccupazione derivanti dalle condizioni economiche. L’incidente verificatosi, infatti, può comportare la necessità di passare del tempo in ospedale, assentandosi dal posto di lavoro e di conseguenza perdendo parte del proprio salario o rischiando di essere licenziati per superamento del periodo di comporto.

Tale situazione può far emergere una serie di difficoltà economiche causate dalla diminuzione del reddito familiare e da impreviste spese per cure mediche per assistenza infermieristica, medicazioni, sedute di fisioterapia e visite mediche.
In questi casi, ottenere un risarcimento per i danni subiti, può rivelarsi un valido supporto per la copertura di tali spese, alleviando almeno in parte il forte stress causato dall’incidente e innalzando nuovamente il tenore di vita delle vittime e delle loro famiglie.

Clausole e risarcimento

Le variabili in gioco nel momento in cui si sceglie di chiedere un risarcimento sono molte. e GRDLex può aiutarti a scoprirle e analizzarle. Una ad una.

La maggior parte dei biglietti per accedere ad un’imbarcazione sono dotati di una clausola che obbliga ad avviare la causa legale nello stato scelto dalla compagnia navale. Per di più spesso si deve fare i conti con il limite temporale imposto dalla legge, che generalmente consente di avviare l’azione legale entro e non oltre i sei mesi dall’incidente avvenuto. Tuttavia, le variabili in gioco nel momento in cui si sceglie di chiedere un risarcimento sono molte e rivolgerti ad un professionista può aiutarti a scoprirle ed analizzarle una ad una.

Anche i membri dell’equipaggio a bordo della nave hanno la possibilità di avanzare una richiesta di risarcimento per i danni subiti, in maniera particolare quei dipendenti che trascorrono sull’imbarcazione ventiquattro ore al giorno.

Per una consulenza gratuita contatta GRDLEX con una delle seguenti modalità:

TOP
Consulenza Gratuita Ora