Cadute in cantiere: risarcimento

Sei caduto o scivolato mentri stavi lavorando in cantiere?
Hai bisogno di un avvocato?

Uno scivolone o una caduta, verificatisi mentre si sta svolgendo un lavoro in un cantiere edile può causare infortuni, che nei casi più gravi possono essere persino fatali.

Cause e responsabilità

Il datore di lavoro ha la responsabilità di proteggere i propri dipendenti dal rischio che si verifichino infortuni durante il lavoro

L’attività edilizia è pericolosa per la sua natura (scavi profondi, spostamento di masse terrose, opere di trasformazione) e per le caratteristiche dei mezzi usati. In cantiere vi sono numerosi ostacoli: ponteggi, materiali sparsi e ostacoli di altro tipo costituiscono pericoli per i lavoratori. Le cadute sono incidenti piuttosto frequenti e le cadute dall’alto sono una delle principali cause di infortuni gravi o addirittura mortali. Gli impalcati, i ponti di servizio, le passerelle, i parapetti, scale eccetera devono sempre essere in buono stato di conservazione e controllati continuamente.

RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO
Il datore di lavoro è responsabile della valutazione

dei rischi in cui i lavoratori possono incorrere e della predisposizione delle relative misure disicurezza al fine di eliminare o contenere, per quanto possibile, i rischi stessi. L’inserimento di un piano per la tutela della salute e della sicurezza di chi lavora (conformità dei ponteggi, piani di montaggio e smontaggio, scale portatili,  misure di protezione eccetera), attrezzature in ordine e perfettamente funzionati e un adeguato abbigliamento protettivo sono tra le principali misure di sicurezza che un buon datore di lavoro dovrebbe attuare al fine di proteggere i propri dipendenti. Se tali accorgimenti non dovessero essere presi in considerazione, il rischio di infortunio aumenterebbe notevolmente.

Conseguenze e risarcimento

Se si è rimasti vittima di una caduta avvenuta durante l’attività lavorativa in cantiere a causa della negligenza del proprio datore di lavoro, è possibile avanzare una richiesta di risarcimento.

Nel caso in cui un operaio edile sia vittima di un incidente su lavoro, causato dalla negligenza del datore o dei suoi preposti, la vittima potrebbe intentare un'azione legale. Gli operai edili sono soggetti, infatti, al rischio di incidenti come abrasioni, lacerazioni, rotture di ossa e seri traumi alla testa. Ognuna di queste condizioni può avere un impatto negativo sulla vita dei dipendenti e su quella delle loro famiglie, sia dal punto di vista finanziario, che dal punto di vista sanitario.
Il risarcimento potrebbe essere un valido supporto a per sostenere eventuali spese per le cure mediche necessarie a causa dell’incidente, compensare la perdita di guadagno e ottenere una somma corrispondente all'invalidità subita.

 

A casa della complessità delle leggi relative a incidenti come una caduta in un cantiere edile, è necessario che i lavoratori coinvolti trovino un velocemente un avvocato, esperto nel settore, che li indirizzi attraverso un efficace percorso giuridico volto ad ottenere il risarcimento del danno contro il datore di lavoro ed eventualmente contro l’appaltatore. La consulenza è gratuita.

Gli avvocati dello studio GDRLex metteranno in campo tutte le loro forze e conoscenze per portare a termine con successo la causa intentata dai loro clienti.

TOP
Consulenza Gratuita Ora