Avvocato per incidente d'auto multiplo

Assistenza legale e medico legale per la vittima e i suoi parenti

Sulla base dei dati ISTAT (provvisori), nel 2015 in Italia si sono verificati 173.892 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.419 vittime e 246.050 feriti. Di questi incidenti, un numero consistente è rappresentato dagli scontri che coinvolgono più veicoli (incidenti multipli).

Le cause

È sufficiente che un conducente si distragga un momento, per scatenare una reazione a catena caratterizzata da automobili, camion, camper, motociclette e altri veicoli che si scontrano gli uni con gli altri. In incidenti di questo tipo, con migliaia di particelle di vetro e metallo che si proiettano incontrollabilmente in varie direzioni, la probabilità di incorrere in gravi lesioni, come danni cerebrali, danni alla colonna vertebrale, danni vascolari o morte, è alquanto elevata. Gli incidenti multipli sono notoriamente più pericolosi rispetto a quelli che coinvolgono solo due veicoli. Nei primi infatti, può capitare che più di una vettura si scontri con un'altra e anche da più direzioni. Ogni veicolo coinvolto in più aumenta la probabilità di essere colpiti da pezzi di vetro o di metallo e di provocare più ampie fuoriuscite di carburante, con aumentato rischio di incendi. Il fatto che si verifichi un incendio è un’eventualità molto preoccupante. In tal caso, se i passeggeri non riescono ad uscire subito dal veicolo è possibile che rimangano ustionati, uccisi dalle fiamme o dalla mancanza d’ossigeno. Chi riesce a liberarsi e ad uscire da queste situazioni, molto spesso è ancora in stato di shock. Di conseguenza, potrebbe non rendersi conto delle vetture che sfrecciano a pochi metri da dove si trova. Inoltre, visto che molto spesso questo tipo di incidente provoca grandi ingorghi, è molto difficile per i servizi d’emergenza accorrere sul posto velocemente.

Ci sono vari fattori che possono causare un incidente tra più veicoli, alcuni dei più comuni sono:

CONDIZIONI METEREOLOGICHE
Le scarse condizioni atmosferiche portano spesso ad avere una bassa visibilità e a rendere il manto stradale scivoloso. Neve, ghiaccio, pioggia, nebbia e smog sono solo alcune delle condizioni che possono rapidamente trasformare la strada da sicura in molto pericolosa. Ciò accade specialmente nelle autostrade, dove sono presenti alti limiti di velocità.

ECCESSO DI VELOCITÀ
L’airbag, l'isolamento dal rumore, lo stereo ad alto volume e i motori che, ormai quasi tutti di ultima generazione, spingono i veicoli da 0 a 60 km/h in quattro secondi, danno un apparente senso di sicurezza ai conducenti. Ad alte velocità, un movimento sbagliato del volante o un veicolo che procede più lentamente rispetto a quello che lo segue, possono causare una reazione a catena di scontri e concretizzare i rischi associati a tale tipo di incidenti.

COLPO DI SONNO
Quando il conducente si addormenta di colpo, anche solo per una frazione di secondo, è come se il volante non fosse più in mano a nessuno; nonostante ciò, è possibile che il piede di chi guida stia ancora premendo l’acceleratore. Basta un secondo per far sì che la vettura sbandi, vada a finire in un’altra corsia o si scontri con quella di fronte.

GUIDA IN CONDIZIONI ALTERATE
I conducenti in condizioni alterate non sono solo quelli che hanno bevuto qualche bicchiere di troppo ma anche quelli che alla guida hanno un’alterata percezione della realtà dovuta all’utilizzo di sostanze stupefacenti. Inoltre, anche gli effetti collaterali di alcuni farmaci da prescrizione medica, come barbiturici, possono portare a sonnolenza e a una percezione alterata del tempo e della profondità.

TELEFONI CELLULARI
Nessuna lista di cause che possono provocare incidenti multipli sarebbe completa senza includere l’utilizzo del telefono cellulare. Parlare, mandare messaggi, fare fotografie, controllare la posta elettronica e usare il navigatore sono solo alcune delle distrazioni principali che causano incidenti stradali. Sfortunatamente, la maggior parte dei cellulari viene utilizzata dai giovani e sono quindi quest’ultimi ad essere i più vulnerabili: molti si sentono immuni alla terribile tragedia che una loro distrazione potrebbe causare.

INCROCI
Gli incidenti che coinvolgono più veicoli non sono soltanto una prerogativa delle autostrade. Molti avvengono a livello locale e a basse velocità. Specialmente gli incroci, sono alcune delle zone critiche in cui si verificano più spesso incidenti multipli a basse velocità. Ad esempio: un conducente si ferma ad un semaforo rosso e quello dietro scivola su una lastra di ghiaccio andandosi a scontrare contro di lui. Il veicolo proveniente da dietro, dunque, spinge quello che lo precede all’interno dell’incrocio e questo viene travolto e colpito lateralmente da un altro veicolo che procedeva indisturbato nell’incrocio.

ALTRE CAUSE
Lo stereo ad alto volume può far sì che il conducente non senta il sopraggiungere di veicoli d’emergenza: questa è infatti un’altra causa di incidenti multipli. Conversare con i passeggeri, consultare mappe stradali, mangiare e truccarsi sono altri fattori di rischio che potrebbero portare a provocare un incidente.

La responsabilità negli incidenti multipli

Individuare i soggetti responsabili in un incidente che coinvolge più veicoli è un procedimento complesso e, spesso, comportano indennizzi assicurativi molto elevati

Gli incidenti multipli spesso comportano indennizzi assicurativi estremamente alti. Specialmente quando gli incidenti avvengono su autostrade e coinvolgono quattro, cinque o più veicoli, il premio assicurativo in gioco è abbastanza alto.
Di conseguenza, le compagnie assicurative normalmente assegnano a questo tipo di casi degli esperti qualificati: infatti, considerando che i conducenti responsabili raramente di loro spontanea volontà ammettono di avere colpa, è necessario che vengano identificate le ragioni che vi sono dietro l’incidente e quindi il conducente responsabile.

OBBLIGHI DI DILIGENZA, PRUDENZA E PERIZIA E CAUSALITÀ
Individuare i soggetti responsabili in un incidente che coinvolge più veicoli è un procedimento complesso. Chi guida ha l’obbligo di diligenza, prudenza e perizia stradale nei confronti degli altri conducenti. Tale obbligo consiste nel guidare in maniera ragionevole e prudente, misurandosi sempre con le circostanze esterne. Violare questo obbligo può determinare l'attribuzione completa o parziale della responsabilità dell'accaduto.
Quando la violazione dei detti obblighi diventa la causa diretta o da cui derivano le lesioni di un altro conducente, quest'ultimo ha diritto a richiedere un risarcimento danni al soggetto che le ha causate.
Più sono i veicoli coinvolti, più aumenta il grado di difficoltà, da parte della magistratura, nell’individuare chi ha commesso l’atto negligente. Chi oltrepassava il limite di velocità? Chi non rispettava la distanza di sicurezza? Chi era al telefono? Vi erano circostanze attenuanti? Vi è più di un soggetto responsabile?

Per individuare il responsabile, i magistrati dovranno:
esaminare di nuovo il verbale di polizia e parlare con i funzionari incaricati dell’indagine. Questi vorranno nello specifico sapere se qualcuno deiconducenti era stato arrestato o sanzionato per

  • stato alterato del conducente (alcol o droga);
  • traffico di stupefacenti;
  • guida senza patente o durante sospensione della stessa;
  • eccesso di velocità;
  • assenza di copertura assicurativa;
  • mancata concessione del diritto di precedenza;
  • mancato rispetto della distanza di sicurezza;
  • guida incosciente;

› interrogare i conducenti, i loro passeggeri e altri testimoni;
› scattare fotografie dei veicoli e della scena dell’incidente, includendo segni di frenate e alberi, guardrail, recinzioni danneggiate eccetera;
› interrogarsi sul passato da conducente di ogni soggetto coinvolto nello scontro.

 

CONCORSO DI COLPA
La responsabilità per colpa in questo tipo di incidenti potrebbe essere di più veicoli ed anche la vostra. La persona danneggiata potrà pretendere la totalità della prestazione risarcitoria anche solo da uno dei coobbligati mentre la diversa efficienza causale delle rispettive condotte rileverà solo ai fini della ripartizione interna dell'onere risarcitorio tra i corresponsabili.

ATTENUANTI O ESCLUSIONE DELLA COLPA
In alcuni casi, i giudici ritengono che, in considerazione di circostanze particolari, la colpa possa essere attenuata o anche eliminata completamente. Nonostante la maggior parte degli incidenti multipli tra veicoli sia il risultato della negligenza di qualcuno, esistono rare occasioni in cui non vi è nessuno da incolpare.

CASI

ESEMPIO

È un giorno nevoso e ogni veicolo sta procedendo con cautela nella propria direzione quando ad un tratto uno di essi scivola su una lastra di ghiaccio e urta quello davanti che, di conseguenza, sbatte contro un altro e così via. Oppure, un conducente urta un altro veicolo dopo aver perso coscienza a causa di un attacco di cuore o altre gravi ed improvvise condizioni mediche. In questi casi è difficile, o addirittura impossibile, poter stabilire chi ha torto o ragione.

Presentare la propria richiesta di risarcimento contro il conducente responsabile (uno o più di uno)

Se siete rimasti coinvolti in un incidente multiplo avrete bisogno di raccogliere delle prove. Se il quadro non dovesse essere abbastanza chiaro, sarà necessario fare delle indagini più approfondite. Se non sei sicuro di chi effettivamente sia il responsabile, potresti presentare una richiesta di risarcimento contro tutte le compagnie assicurative dei conducenti. Per tutelarsi, ogni compagnia presenterà prove che dimostreranno la non colpevolezza del proprio assicurato. Comunque, gli altri attori dell’incidente potrebbero decidere anche di risolvere la questione tra di loro e tu potresti aspettare di vedere se si riesca a pervenire ad una soluzione bonaria.

Sfortunatamente, molti incidenti multipli finiscono per trasformarsi in azioni legali. Ciò avviene perché questa tipologia di sinistro normalmente dà luogo a varie richieste di risarcimento, che non hanno a volte prove chiare a supporto e che quindi non vogliono essere sostenute dalle assicurazioni.
Se gli altri conducenti decidessero di puntarsi il dito l’uno contro l’altro ed incolpare anche te, è consigliabile ottenere il parere di un avvocato.

TOP
Consulenza Gratuita Ora