Ematoma epidurale e subdurale: risarcimento

Hai subito ematoma subdurale o epidurale
a causa di incidentio aggressioni? Vuoi essere risarcito?

Ematoma epidurale e subdurale: risarcimento

L'ematoma post-traumatico è riscontrato approssimativamente sul 3% dei pazienti che arrivano in ospedale con un trauma cranico.

Ematoma epidurale

Un ematoma epidurale è riscontrato approssimativamente sul 3% dei pazienti affetti da TBI (Traumatic Brain Injury). Il 9% dei pazienti in coma hanno un ematoma epidurale (EDH). Edh consiste in una raccolta di sangue che si accumula sotto il cranio e sopra la spessa e coriacea copertura del cervello stesso conosciuta come “Dura”. Quest’area del cervello è principalmente fluida e crea un ammortizzatore per il cervello stesso. In ogni modo, in tale area, esistono sono vene che nutrono e drenano il cervello. Se tali vasi sanguigni vengono lacerati potrebbe verificarsi un sanguinamento epidurale. Nei soggetti affetti da ematoma epidurale si verifica il cosiddetto “lucido intervallo”. Appena dopo il trauma hanno un breve periodo di iniziale di incoscienza, poi si svegliano e sembra che stiano meglio.

L’indicazione chirurgica dipende dalla condizione neurologica del paziente. Su un paziente in coma, l’intervento chirurgico sarà effettuato per ridurre la pressione. Per i pazienti non in coma i chirurghi mirano allo spessore del sangue ed al suo volume. Solitamente con uno spessore superiore ai 15 mm e con un Glasgow Coma Scale a 9 o più basso la chirurgia sarà raccomandata. Naturalmente l’evacuazione chirurgica dovrebbe essere fatta prima possibile. Quando il sangue sta spingendo il cervello fuori dalla sua normale posizione con la probabilità di danneggiarlo, ci troviamo di fronte alla patologia nota come “effetto massa”.

Ematoma subdurale

Viene diagnosticato quando c’è una raccolta di sangue all’interno del cranio, ma anche nella copertura del cervello chiamata “Dura”. La raccolta si trova quindi tra la copertura del cervello (Dura) ed il tessuto cerebrale più esterno. La presenza di sangue può derivare da un danno al cervello stesso (una lesione circoscritta o una lacerazione dei tessuti), da un danno ad una vena o al tessuto delicato all’interno della copertura del cervello. Tra il 10% ed il 30% di pazienti ricoverati con trauma cranico soffrono di ematoma subdurale. L’ematoma subdurale può essere causato da incidente da motoveicolo, cadute ed aggressioni.

Sono più comuni tra pazienti che subiscono cadute. Generalmente è accaduto che pazienti con un coagulo con spessore superiore a 10 mm potrebbero subire un’evacuazione chirurgica (svuotamento) indipendentemente dal loro stato di coscienza. I pazienti non comatosi con spessore di coagulo inferiore a 10 mm possono non necessitare di intervento chirurgico.
La presenza di sangue sotto il tessuto cerebrale si pensa che sia un fattore irritante per il cervello che possa indurre ad un aumento di rischio di sviluppo di una condizione di crisi.

TOP
Consulenza Gratuita Ora