Danni alla spina dorsale: le complicazioni

Assistenza medico legale e legale in tutta Italia
Zero anticipi

Le vittime di lesioni del cavo spinale corrono il rischio di complicazioni a causa del della compromissione delle loro funzioni motorie. 

Possibili complicazioni

A breve e a lungo termine si possono verificare molti effetti secondari

Le vittime di lesioni del cavo spinale corrono il rischio di complicazioni a causa della compromissione delle loro funzioni motorie. Tale compromissione può essere per il paziente particolarmente dolorosa. Il processo di riabilitazione fornirà l’istruzione e la formazione necessarie per affrontare i cambiamenti conseguenti al danno midollare. I problemi più comuni sono:

SENSIBILITÀ CUTANEA
Uno dei problemi che insorgono in caso di lesione del midollo spinale consiste nella perdita, in tutto o parte, della sensibilità della pelle al di sotto della zona danneggiata. Ciò significa che la pelle non è più in grado di inviare messaggi al cervello sul calore, freddo e pressioni prolungate. La mancanza di sensibilità può favorire l’insorgenza di piaghe da decubito, che possono essere evitate con frequenti cambiamenti di posizione.

SISTEMA RESPIRATORIO
La lesione del midollo, se i muscoli addominali o toracici sono interessati dall'infortunio, può influenzare il sistema respiratorio tanto da rendere più difficile all'individuo respirare o tossire . Il motivo è dovuto al fatto che i muscoli pettorali, dell'addome e il diaframma possono essere stati lesionati. Il livello neurologico del pregiudizio è un fattore determinante dei problemi di respirazione. Quando l'infortunio colpisce la zona cervicale e toracica, vi è un rischio maggiore di problemi polmonari e polmonite. Terapia e farmaci possono essere utilizzati nel trattamento di tali tipi di problemi di salute.

DOLORE
In alcuni casi, in particolare al verificarsi di una lesione incompleta del midollo spinale, l'individuo può provare dolore. Questo può essere dolore neuropatico o centrale. In alcuni casi, l'individuo può avvertire dolori muscolari o articolari per uso eccessivo di alcuni muscoli.

CIRCOLAZIONE
L'individuo affetto da una lesione del midollo spinale può subire problemi circolatori come la bassa pressione sanguigna, denominata ipotensione ortostatica, o gonfiore degli arti. Ciò aumenta il rischio di sviluppare coaguli di sangue e conseguente embolia polmonare o trombosi venosa profonda. Dall'altro lato, la vittima di lesioni del tipo indicato può avere problemi di controllo circolatorio, consistenti in un aumento della pressione sanguigna denominato iperreflessia autonomica. condizione implicante pericolo di morte . Durante la riabilitazione, sarà necessario imparare a gestire i problemi descritti.

TONO MUSCOLARE
In alcuni pazienti con lesioni del midollo spinale possono veridìficarsi
problemi muscolari come spasticità, consistente in una contrazione o movimento incontrollati dei muscoli, e flaccidità, caratterizzata da muscoli morbidi e molli.

PROBLEMI SESSUALI
Le vittime di lesioni del midollo possono avere problemi sessuali, sia con riferimento alla funzionalità sessuale che alla fertilità. A seconda del danno, l'individuo potrebbe avvertire, nella zona sopra la ferita, una eccessiva sensibilità potrebbe aversi o una diminuzione o l'assenza di sensibilità. Le lesioni del midollo spinale negli uomini possono comportare cambiamenti nella funzione erettile e nell’ eiaculazione. Nelle donne possono comportare un cambiamento nella lubrificazione, sebbene nella maggior parte dei casi, nelle donne non vi sarà alcun cambiamento fisico tale da inibire il rapporto sessuale. La maggior parte dei pazienti donne con lesioni del midollo spinale non hanno alcun cambiamento nella loro capacità di rimanere incinte, nel parto o nell'allattamento. Pazienti affetti da lesioni midollari possono ovviare ai problemi di funzionalità degli organi sessuali o di fertilità con l'aiuto di urologi e specialisti della fertilità specializzati in lesioni del midollo spinale.

CONTROLLO DELLA VESCICA
Il controllo della vescica può essere un problema conseguente a lesione del midollo spinale, dal momento che la vescica immagazzina urina dai reni e al cervello è preclusa la possibilità di inviare messaggi alla vescica a causa dei danni al midollo spinale. Nella riabilitazione il paziente imparerà tecniche volte a consentire lo svuotamento della vescica. I mutamenti nel controllo della vescica possono portare a un più alto rischio di infezioni urinarie e renali o a calcoli vescicali.

CONTROLLO INTESTINALE
Lo stomaco e l'intestino, in pazienti con lesioni spinali, hanno una funzionalità simile a quella che avrebbero in mancanza della lesione stessa. In alcuni casi, però, la lesione può determinare una modifica del movimento intestinale. In tal caso, al paziente in riabilitazione vengono insegnate tecniche volte a modificare la funzione intestinale. Può anche essere raccomandata, onde correggere i problemi intestinali, l’adozione di una dieta ricca di fibre.

DEPRESSIONE
I cambiamenti nel corpo, il dolore e la conduzione della vita quotidiana possono portare la vittima di lesioni del midollo a soffrire di depressione. L’acquisto della capacità del paziente di convivere con con la condizione è delle finalità della riabilitazione.

BENESSERE FISICO
L'atrofia muscolare può essere una delle complicanze da affrontare successivamente alla lesione del midollo spinale. La conseguente perdita della mobilità può determinare altri problemi di salute come la perdita di peso, l'obesità, il diabete e malattie cardiovascolari. La terapia fisica e occupazionale e nutrizionale può aiutare a contenere gli effetti delle descritte problematiche.

Spina dorsale, sistema nervoso centrale e cervello

Le lesioni alla spina dorsale sono strettamente collegate con il sistema nervoso centrale e cervello

Questi gruppi di nervi trasportano messaggi attraverso la spina dorsale dal cervello al resto del corpo. Alcuni di essi, quali tratti motori, trasportano segnali dal cervello che controllano i movimenti muscolari e altri, quali tratti sensoriali, trasportano segnali alle parti del corpo che si riferiscono alla posizione delle estremità, alle sensazioni di dolore, pressione, caldo e freddo.

DANNI ALLA FIBRA NERVOSA
Danni alle fibre nervose, di origine traumatica o non traumatica, possono comportare lesioni ai muscoli corrispondenti e ai nervi al di sotto della localizzazione della lesione. Le lesioni che interessano la cassa toracica o la parte lombare della schiena possono influenzare il controllo della vescica, dell’intestino, della funzione sessuale, delle gambe e del tronco. Lesioni cervicali del collo possono influenzare la respirazione e il movimento delle braccia.

TOP
Consulenza Gratuita Ora